PRIMO INCONTRO – presentazione

 

L’orientamento narrativo e l’oracolo di Delfi

 

 

“Conosci te stesso, o Creso, e vivrai una bella vita”

La Pizia, sacerdotessa del tempio di Delfi, pronunciò questa frase, accogliendo il re Creso, venuto a chiedere lumi sul proprio destino.

Sull’entrata del tempio c’era una scritta molto simile: “Uomo, conosci te stesso, e conoscerai l’universo e gli Dei”

 

i filosofi

La frase dell’oracolo racchiude l’essenza della cultura occidentale.

Ed è illuminante come la conoscenza sia l’elemento chiave della vita. Chi conosce sé stesso, è in grado di comprendere il mondo che sta fuori di sé. Universo e dei. La natura da una parte e le caratteristiche degli uomini che gli antichi attribuivano agli dei.

Quella massima vale oggi, come e forse più di allora.

In quella frase possiamo leggere tutta la saggezza della filosofia dell’antica Grecia: la centralità dell’individuo come artefice del proprio futuro, la spinta verso il miglioramento e la conoscenza. In un certo senso, questa espressione divinatoria è anche la sintesi della laicità della società contemporanea.

Inoltre “Conosci te stesso” è la frase, che – meglio di altre – descrive la formula di principio per affrontare qualunque cambiamento.

“Vivrai una bella vita” – poi – è lo slogan dell’orientamento. Il suo scopo.

 

Che cos’è una bella vita?

Qual’è la vita che vorresti?

 


Commenti chiusi