Apre al Vanoni di Menaggio uno sportello MEET per il lavoro

01 Marchio Talent Rider orizzontale

 

In Italia circa uno studente su due non si iscrive all’università. La metà degli studenti con una maturità in tasca iniziano la loro avventura nel mondo adulto. La scuola li prepara a questo. Un percorso lungo che porta anche verso il mondo del lavoro… non per tutti però.

Si è parlato molto in questi anni di una fascia crescente di giovani che non studiano e non lavorano.

 

Il primo passo per accedere al mondo del lavoro è difficile perché ci sono regole, azioni, documenti, fonti che bisogna conoscere, comprendere e utilizzare. C’è anche uno scoglio psicologico che non va sottovalutato.

Le università da decenni si sono dotate di sportelli che favoriscono questo passaggio mentre le scuole superiori non hanno uffici dedicati.

Il parziale insuccesso di misure di collocamento come la Garanzia Giovani (ferma ormai da quasi due anni) è anche dovuto a questa “mancanza” di servizi.

 

L’associazione Meet ha presentato una proposta a diverse scuole della provincia di Como e avvia proprio in questi giorni un servizio presso l’Istituto Vanoni di Menaggio nelle due sedi grazie al contributo fondamentale della Fondazione Prima Spes e con la collaborazione della cooperativa Il Seme (accreditata per i servizi al lavoro).

Lo sportello prevede la presenza settimanale di un operatore che potrà assistere sia studenti che ex allievi della scuola.

In queste prime settimane dell’anno scolastico, con la collaborazione degli inseganti, si sta predisponendo lo strumento di inserimento dei profili sulla base dei percorsi scolastici dell’Istituto.

 

La preside Laura Rebuzzini ha accolto da subito la proposta dell’associazione di avviare un servizio nella sua scuola dove sono presenti percorsi di liceo, di istruzione tecnica e professionale in diversi settori.

L’auspicio è che le aziende si interessino a questa iniziativa che, quando a inizio 2019 avrà anche i benefici di inserimento previsti in Garanzia Giovani, potrà rappresentare un riferimento per l’inserimento di giovani non solo nell’area del lago ma su tutto il territorio provinciale e oltre confine.

 

I riferimenti per informazioni sono quelli dell’associazione: info@meetorienta.com in attesa dell’apertura del portale che consentirà nelle prossime settimane l’accesso e il contatto diretto con il servizio di placement.

L’invito ad informarsi è rivolto chiaramente in questo periodo ai ragazzi che non si sono iscritti all’università e cercano lavoro. Non importa da quanto tempo si sono diplomati.

 

Luca Monti

Commenti chiusi