perchè e come

Il cambiamento della società è una costante. Sembra che le persone non capiscano sempre come affrontarlo.

Il perché di MEET è concentrato sul trovare soluzioni per affrontare i cambiamenti che avvengono nel mondo del lavoro e della scuola.

MEET esiste perché stimola una riflessione sui cambiamenti mettendo insieme persone che non solo fanno cose ma che prima di farle riflettono sul modo migliore per accompagnare le persone attraverso i cambiamenti.

Questo è l’oggetto e il perché di MEET, pensare come affrontare le sfide del lavoro e della formazione e promuovere metodologie agli Enti che erogano servizi passando dalla logica perversa dei progetti a quella dei servizi e delle politiche attive.

Il come

È importante che le persone che hanno qualcosa da dare rispetto a questa riflessione complessiva, in diverse discipline e portando una ricchezza di competenze che si integrano e interagiscano tra loro, partecipino a questa elaborazione di un nuovo modo, un nuovo metodo di affrontare questi temi.

La proposta di MEET non può essere una risposta passiva ai bandi di finanziamento o al bisogno immediato.

Per realizzare questa diversa impostazione è necessario contaminare i soggetti che operano con la consapevolezza dell’importanza del tema e con proposte per alimentare le risposte con costanza nel tempo e in anticipo rispetto alle occasioni e opportunità di finanziamento.

MEET costruisce relazioni con Enti pubblici e soggetti privati e del privato sociale per avviare percorsi di progettazione e per realizzare azioni positive nei campi del lavoro, della scuola e dell’innovazione sociale.

Le azioni concrete non competono direttamente a MEET ma ad Enti accreditati che agiscono siano essi Enti locali, Agenzie formative e scolastiche e Cooperative sociali.

In una logica sussidiaria di rete si sviluppa la nostra azione associativa.

COSA FACCIAMO

Commenti chiusi